ServizioConsulenza

Visione

Il nostro obiettivo è la reintegrazione professionale delle persone in difficoltà attraverso azioni di attenta valutazione e concreto accompagnamento al recupero di potenzialità e capacità.

Centrare il bersaglio significa prendersi cura singolarmente di ogni persona e sviluppare sempre nuove strategie operative al passo con le esigenze del mondo del lavoro, con le peculiarità del lavoratore, con il profondo significato umano e sociale del reinserimento.

Lavoriamo per dare risposte, al disagio. Ci ispiriamo quindi a una logica stringente di sensibilità e realismo: essere l’anello di congiunzione tra il lavoratore in infortunio o malattia e le aziende. Siamo persuasi non funzionino le misure standard ma le soluzioni su misura.

 

Missione

Assistenza e consulenza completa alle persone e alle aziende nell’ottica dell’inserimento o della reintegrazione professionale delle persone in deficit di salute.

SIL è un team di professionisti dalle diverse competenze in grado di fornire gli strumenti e trovare le strategie adeguate a dare soluzione ai problemi del lavoratore in condizione di fragilità fisica o psichica in tutti i settori lavorativi.

In osservanza ai valori e allo spirito di SIL, sono l’accoglienza e l’azione in un rapporto uno a uno gli atout fondamentali che ci consentono l’osservazione attenta e specialistica, la ricerca di risultati concreti, l’operatività mirata alle peculiarità della persona e della sua prospettiva lavorativa.

Per SIL non ci sono casistiche ma individualità da accertare, seguire e condurre a un possibile sbocco o recupero professionale.

Competenze

La nostra prima vocazione è prenderci cura della singola persona, studiare, organizzare e gestire un programma di interventi concreti idonei a individuare abilità residue, abilità recuperabili e spazi possibili di ripresa di un’attività lavorativa. Per questo, approccio e percorso sono estremamente personalizzati: i consulenti più adatti alla situazione specifica seguono la persona dalla fase di conoscenza e accertamento fino alla migliore soluzione raggiungibile.

Come lavoriamo? In ogni ambito e di fronte a qualsiasi problematica, ci prendiamo cura innanzi tutto della persona. Il rapporto umano è il primo atout per il buon esito delle azioni di SIL. Quindi osservare, relazionarsi, cogliere le difficoltà, sono i primi indispensabili passaggi per individuare i consulenti adatti a seguire la persona e poi per dare seguito al percorso e alle azioni di sostegno.

Se il nostro obiettivo finale è la reintegrazione professionale, la nostra forza è la coniugazione di competenze unita a una forte vocazione umana e sociale.

L’accertamento è il compito primario, la condizione essenziale per procedere a una vera ricerca di soluzioni.

Fiore all’occhiello sono i nostri laboratori di accertamento dove si fanno attività artigianali. Scopo di questi laboratori è proprio quello di seguire la singola persona in modo diretto, in un rapporto uno a uno, prima di procedere – in un secondo tempo – all’inserimento in azienda.

L’accertamento professionale avviene grazie alla collaborazione instauratasi tra il SIL e le varie AZIENDE. Ci avvaliamo delle competenze di professionisti, i quali nei loro campi specifici, verificano le effettive capacità’ lavorative della persona: è sulla base di attitudini e abilità che i consulenti SIL valutano le reali possibilità di reintegrazione perché la nostra azione è ispirata all’obiettivo pratico essenziale di un’effettiva possibilità di incontro tra persona e mondo del lavoro.

Durante il periodo di accertamento professionale, i consulenti SIL garantiscono sostegno tanto alle aziende quanto alle persone. La frequenza e la continuità del sostegno vengono definiti in base alle necessità che si presentano durante il percorso. Il team eterogeneo del SIL permette di lavorare in modo trasversale in tutti i settori professionali.

Seguiamo le persone con cause invalidanti per valutarne profilo e bilancio competenze.

Sono i colloqui, l’osservazione e le competenze dei nostri consulenti e di professionisti specializzati nell’orientamento professionale a permetterci di comprendere le attitudini della persona seguita al fine di determinare al meglio in quale settore lavorativo orientare l’inizio della formazione.

Quello che ci sostiene, tanto nell’accertamento che nell’orientamento, è la nostra impronta di ‘artigiani’ e il fermo convincimento che un’autentica ed efficace soluzione possa derivare solo dalla combinazione della comprensione del disagio da un lato e delle logiche lavorative dall’altro.

Lo psicologo del SIL fornisce una valutazione psicologica della persona in osservazione e può svolgere azione di sostegno. È inoltre abilitato ad eseguire diversi test che forniscono indicazioni importanti nell’ambito dell’integrazione professionale della persona seguita:

WAIS – IV (test Q.I.)

MMPI – test personalità

RAVEN – matrici progressive, test intelligenza non verbale

TINV – test intelligenza non verbale

In caso di necessità il nostro ente si avvale anche della stretta collaborazione di psichiatri.

Peraltro, la collaborazione dello psicologo e/o dello psichiatra, qualora i consulenti SIL lo ritenessero necessario, è richiesta e attivata anche durante il periodo di integrazione dell’assicurato.

Il SIL si avvale di un medico, il quale è anche in possesso di una qualifica artigianale. Questo è uno degli aspetti peculiari che qualificano visione e missione di SIL: l’approccio concreto alla persona e alla realtà, l’obiettivo di perseguire sempre le soluzioni più adeguate e autenticamente sostenibili.

In effetti quella del medico artigiano è una figura atipica, una chiave, una risorsa molto preziosa. Le competenze del medico SIL sono fondamentali per la comprensione di eventuali deficit fisici che una persona può riportare in seguito a incidenti. La sua perizia, direttamente sul luogo di lavoro, permette poi di valutare con maggior precisione le effettive possibilità di reintegrazione nei vari contesti lavorativi. In sostanza mette insieme conoscenze scientifiche e comprensione pratica dando un enorme contributo alla missione SIL.

I consulenti SIL si possono avvalere della sua collaborazione a 360 gradi, in qualsiasi momento del percorso reintegrativo, qualora se ne presentasse la necessità.

In caso di persone inattive da molto tempo i consulenti SIL, nel nostro laboratorio o in altre collocazioni e insieme alle aziende, costruiscono dei percorsi lavorativi atti al recupero ed all’acquisizione di nuove competenze.

Grazie a queste esperienze lavorative e grazie al nuovo bagaglio professionale acquisito, le persone interessate potranno sviluppare abilità e aggiornamenti atti a renderle ancora idonee alla ricerca di un impiego. Il nostro approccio ad personam ci consente infatti di scandagliare e valorizzare attitudini sopite, di portare alla luce potenzialità inespresse, di coniugare conoscenze della persona con pratiche applicazioni.

I consulenti SIL sostengono l’apprendista e l’azienda durante il percorso di formazione professionale al fine di garantirne la riuscita. L’inserimento e il percorso possono infatti richiedere le competenze e il supporto dei nostri consulenti e della nostra esperienza: l’assistenza specifica permette di trovare, caso per caso e nella dimensione concreta di collocazione, delle strategie efficaci nei momenti in cui la riuscita della formazione potrebbe essere a rischio.

Il SIL mette a disposizione delle aziende le sue competenze fornendo ogni utile consulenza nella gestione di personale lavorativo che ha subìto infortuni di difficile soluzione. Questo è un connotato molto importante di SIL: il nostro background e le nostre linee guida ci consentono di porci come trait d’union tra persona e azienda. Il nostro intervento è sempre ispirato a contemperare il disagio, i valori umani e le esigenze del contesto lavorativo, a maggior ragione quando ci sono grandi professionalità che possono essere recuperate a tutto vantaggio della persona e dell’azienda.

Offriamo seminari per affrontare e gestire lo stress in maniera efficace. I contenuti dei seminari sono orientati a dirigenti e collaboratori di tutti i livelli gerarchici.

I metodi adottati sono molteplici e passano dall’informazione oggettiva, alla riflessione personale fino a consigli comportamentali pratici per garantire un’implementazione ottimale della tolleranza allo stress nel quotidiano.

I seminari sono ideati per le aziende che vogliono offrire ai propri collaboratori la possibilità di acquisire maggior consapevolezza dei propri automatismi di fronte a situazioni stressanti al fine di apprendere ad affrontare tali situazioni con maggior sicurezza e leggerezza. L’organizzazione è poi discussa in via preliminare con il cliente in modo da personalizzare in modo costruttivo ed efficace il programma.

Sostanzialmente le linee guida essenziali sono:

  • capire quali sono i fattori che causano stress e conoscere come si manifestano i sintomi
  • trasferire metodi e tecniche per rilassarsi e imparare a “staccare la spina”
  • insegnare a prendere distanza dalle situazioni ed emozioni e capire quali sono le convinzioni che provocano stress soggettivo
  • aiutare ad affrontare le sfide della vita e professionali in maniera attiva
  • trasmettere i valori e il percorso per trovare l’equilibrio personale tra lavoro e tempo libero

Attraverso il bilancio delle competenze il Sil elabora un progetto professionale mirato alle capacitá ed esigenze del singolo individuo. Si tratta di svolgere una valutazione dettagliata dell‘ambito professionale e privato della persona. In particolare si vanno ad approfondire temi quali la motivazione, gli interessi, le capacità e competenze della persona e chiaramente non da ultimo i suoi valori. Inoltre si indaga sugli aspetti che riguardano le modalità di lavoro, come orario, lavoro a turni, rumori, ambiente di lavoro, ecc.

Per tale scopo il Sil utilizza strumenti di valutazione mirati, quali ad esempio interviste strutturate, autoriflessioni. questionari della personalità e della motivazione come pure per casi specifici test attitudinali. Il risultato é un rapporto dettagliato che dà una visione a 360 gradi delle risorse personali e del potenziale del singolo individuo.

Collaboratori


Nicolas Spiller

Direttore
+41 76 403 27 73
@nicolas.spiller


Massimo Grignola

Amministratore
+41 79 817 25 62
@massimo.grignola


Tiziana Marazzi

Segretariato
+41 79 413 84 11
@tiziana.marazzi


Sheila Delai Pedrioli

Segretariato

@sheila.delai


Marius Höckl

Medico
+41 78 793 49 13
@marius.hockl


Stefano Pelascini

Psicologo
+41 76 386 28 32
@stefano.pelascini


Linda Lanzi

Psicologa
+41 76 346 06 45
@linda.lanzi


Licia Usuelli Steiger

Psicologa
+41 79 617 68 87
@licia.usuellisteiger


Romeo Piccirilli

Psicologo
+41 76 428 45 70
@romeo.piccirilli


Graziella Cipriano

Consulente
+41 78 633 22 38
@graziella.cipriano


Guido Marazzi

Consulente
+41 78 683 77 22
@guido.marazzi


Marco Ferrari

Consulente
+41 76 384 55 32
@marco.ferrari


Paola Indaco

Consulente
+41 79 751 65 94
@paola.indaco


Fabio Mock

Consulente
+41 76 341 36 56
@fabio.mock


Claudio Ghillioni

Consulente
+41 78 710 93 42
@claudio.ghillioni


Tiziano Zucchetti

Consulente
+41 79 681 22 10
@tiziano.zucchetti


Nadya Pellegrini

Consulente
+41 79 409 97 24
@nadya.pellegrini


Bruno Schiavuzzi

Consulente
+41 79 620 66 06
@bruno.schiavuzzi


Dino Bianchi

Maestro socio-professionale
+41 78 749 68 05
@dino.bianchi


Ilario Pedrioli

Maestro socio-professionale
+41 79 424 24 59
@ilario.pedrioli


James Cinis

Maestro socio-professionale
+41 79 775 27 63
@james.cinis


Chantal Tognola

Maestro socio-professionale
+41 76 334 65 31
@chantal.tognola


Contatti